Attacco incrociato, no comment

15.10.2013 09:34

E' in atto la de-Americanizzazione secondo una agenzia di notizie controllata dal governo Cinese:

 U.S. debt crisis spurs Chinese calls for ‘de-Americanized’ world

[...]

The crisis shows that China and the rest of the world should start to “de-Americanize,” according to a strongly worded commentary from the Xinhua News Agency, China’s leading government-controlled news outlet.

“The world is still crawling its way out of an economic disaster thanks to the voracious Wall Street elites,” the commentary said. “Such alarming days when the destinies of others are in the hands of a hypocritical nation have to be terminated.”

“The congressmen are behaving irresponsibly not only for other countries but also for” the United States’ “own creditors,” said Mei Xinyu at the Chinese Academy of International Trade and Economic Cooperation, which has ties to the Commerce Ministry. “They are gambling the U.S. future on their political-struggle interests.”

http://www.washingtonpost.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qualcuno sospetta che alle parole seguiranno a breve anche delle azioni specifiche.

Intanto la Cina sembra che stia tentando di aprire dei Trade Swap con Europa e UK, in modo da bypassare l'istituzione dell'FMI per la conversione delle valute in dollari negli scambi internazionali.

Questo genere di "tentativi", sono costati la "demonizzazione" dell'Iran e l'uccisione di Geddafi, quindi, se le notizie al riguardo del trattato sono vere (la mia fonte è questa),  aspettatevi l'incremento della demonizzazione dei leaders europei (ad esclusione del bildenberghini tipo Letta e forse Draghi) e della Cina. Guardatevi bene dalle notizie su Google, Youtube e sulle trasmissioni di Rai, Mediaset, e sui quotidiani controllati e ricattati dagli immensi fondi pubblicitari delle multinazionali della FED.

Ma intanto spostiamo l'attenzione al nostro continente.

Ho iniziato questo blog, perchè sentivo l'esigenza che il Far West di Internet finisse, e che si cominciasse a regolamentare l'immenso potere di Google, Facebook e NSA. All'epoca era una esigenza che non sentiva nessuno. Nel mondo reale evitavo di parlarne perchè era controproducente. Era un argomento tabù. Il mio bisogno di privacy era considerato fuori dai limiti.

Ho quindi provato a studiare una "comunicazione" ad hoc sulla rete. Questo blog era il mio esperimento. Volevo capire perchè la gente si stava suicidando e mi guardava in modo "strano" perchè non seguivo la mandria di buoi inbufaliti nel burrone!

Forse finalmente c'è un organismo Europeo che sta pensando di regolamentare e ridimensionare lo strapotere di Google:

 

“EU reins in Facebook”, writes De Morgen. On October 21, the European Parliament's Committee on Civil Liberties, Justice and Home Affairs should approve a project to regulate the protection of personal data on the Internet.
If this draft is adopted following discussions among European institutions, US companies like Facebook, Google and Yahoo! will risk fines of five per cent of their turnover in the event of infringement.
Fonte: http://www.presseurop.eu

 

 

 

 

 

Manca all'appello il TTIP. Non ho capito cosa voglia fare la Commissione Europea con questo svantaggiosissimo trattato transatlantico (quello che penso al riguardo lo trovate q ui).

Ad essere ottimisti, penso che alla fine l'ambizione americana sarà almeno ridimensionata al punto da disinnescare il nuovo cavallo di troia americano.

Ma intanto i primi campanelli d'allarme li ho individuati:

1) le posizioni tra UE e Turchia si avvicinano in vista dell'accordo di un nuovo trattato commerciale

2) pochi giorni fa è stato siglato l'accordo "svantaggioso" con il Canada (il CETA)

Nella rivista di Aspenia del Luglio 2013, si parla ampiamente degli accordi sul TTIP, e gli americani chiedevano agli europei di includere gli "amici" della Turchia, del Canada e della Corea del Sud, in modo da evitare una probabile guerra a breve termine. Manca ancora l'accordo con la Corea del Sud per completare la tabella di marcia verso il pericolosissimo TTIP.

Pericolosissimo, perchè vincolerebbe il destino dell'Europa a quello dell'America. In una delle richieste più azzardate si prevede che l'Europa usi la stampante della BCE per "raddrizzare" la bilancia USA e sbilanciare quella UE.

Per l'Europa l'unico vantaggio del TTIP è di evitare la minaccia di una guerra, ma finirebbe con il vincolarsi in uno scontro finale con la Cina. Dalla padella alla brace.

Ormai credo di aver disinnescato quasi tutti i frames veicolati da Youtube e Google.

Credo di aver messo a posto tutta l'informazione dalla "disinformazione" di Youtube e Google nella giusta cornice.

Ma il danno di Google è fatto. Temo che l'Europa in una decina di anni si trasformi in un nuovo Medio Oriente, continuamente pronto ad esplodere ed esaltato dagli odi facili da manipolare.

L'Europa è l'unica soluzione per disinnescare "Google".

Gli Europeisti siamo sempre meno, e a Maggio 2014 c'è ancora il rischio che si disintegri tutto.

Contattaci