A proposito della legge antigoogle

17.12.2013 10:57

E' Carlo De Benedetti che parla. Ossessionato dal calo di vendite di Repubblica ed Espresso, ci spiffera i trucchi del mestiere.

A mio parere è interessante questo Carlo De Benedetti, per chi come me vuole capire come funziona un regime che lucra sulla capacità di influenzare le persone:

Appena appreso con sgomento che la commissione Bilancio della Camera aveva approvato due emendamenti alla legge di Stabilità riguardanti la tassazione delle web company straniere alla stessa stregua delle italiane, Google e le altre multinazionali hanno armato i propri amici sulla rete, nei giornali e tra gli opinion maker. Hanno agito di fino, come si conviene, facendo credere persino a qualche grande quotidiano che una siffatta norma fermerebbe per sempre lo sviluppo dell'industria digitale nel nostro paese.

Fonte: www.huffingtonpost.it

Carlo De Benedetti: Hanno agito dii fino, come si conviene, facendo credere persino a qualche grande quotidiano che una siffatta norma fermerebbe per sempre lo sviluppo dell'industria digitale nel nostro paese.

Uno che ci è cascato con tutte le scarpe: http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/12/14/bye-bye-internet-la-settimana-nera-delle-nuove-tecnologie/813385/

E' interessante notare che un pesce grosso, è pur sempre il pesce piccolo di qualcuno. Ed è interessante notare, che tutto sommato, anche Carlo De Benedetti ha le stesse paure di una persona comune.

Qui trovate un commento molto forte di Carlo De Benedetti a proposito delle mire di Google:

www.oligarchia.webnode.it/news/carlo-de-benedetti%2c-l'uomo-più-potente-d'italia%3a-google-ci-vuole-conquistare/

Contattaci